angolo

eyecontact

Abbiamo spesso sottolineato l’importanza del linguaggio del corpo nel “gioco” della seduzione, e vogliamo qui ribadire che in questa forma di comunicazione lo sguardo assume certamente un ruolo preponderante in quanto gli occhi hanno di per sé una forte potenza espressiva (tant’è che sono definiti come “lo specchio dell’anima”) e costituiscono la zona del volto in cui si focalizza maggiormente l’interesse dei nostri interlocutori.

Scenario tipico in cui si svolge il “gioco degli sguardi” è quello in cui ci troviamo nello stesso ambiente della persona che abbiamo adocchiato ma ad una certa distanza da questa (es. in discoteca, al ristorante, nella sala d’attesa della stazione, ecc.). In questo contesto utilizzeremo lo sguardo per:

  • Comunicare apertura e disponibilità;
  • Attirare l’attenzione del nostro “target”;
  • Comunicare il nostro interesse;
  • Mostrare sicurezza.

Quando sei “in cerca” inizierai innanzitutto con uno sguardo che “scruta l’orizzonte”: devi guardarti intorno allo scopo di individuare una persona potenzialmente interessante. Una volta fatta la scelta, cercherai di farti notare attraverso sguardi ripetuti finché il suo sguardo non intercetta il tuo. Dovrai fargli/le capire che la cosa non è casuale guardandolo/la negli occhi per qualche secondo e poi distogliendo lo sguardo per poi rivolgerlo nuovamente in quella direzione dopo alcuni secondi. Questa operazione è piuttosto delicata in quanto se distogli troppo presto lo sguardo rischi di comunicare insicurezza o che il messaggio non arrivi proprio; se invece lo prolunghi troppo rischi di essere percepita/o come troppo minacciosa/o, aggressiva/o o “strana/o”. Soprattutto per gli uomini è consigliabile accompagnare gli sguardi successivi da un bel sorriso rassicurante.

Se lo sguardo viene ricambiato (ancor meglio se viene ricambiato il sorriso!) puoi interpretarlo come un positivo segnale di apertura: a questo punto se sei un uomo dovresti comportarti come tale e tentare un approccio verbale; se sei una donna ti consigliamo di rimanere per un po’ in attesa di una sua mossa; tuttavia, se ciò non dovesse avvenire, puoi comunque decidere di attaccar discorso con una scusa.

Se invece gli sguardi non sono ricambiati non vuol dire necessariamente che non hai speranze, tuttavia, mancando un chiaro “semaforo verde”, dovrai essere più prudente e utilizzare tecniche di approccio più sofisticate.

Superata la fase di approccio, lo sguardo continua ad assumere un ruolo molto importante anche nella successiva fase di conoscenza in cui il tuo obiettivo sarà quello di accrescere l’attrazione.

Quando conversate dovrai:

  • Puntare lo sguardo dritto negli occhi del tuo interlocutore e mantenere il contatto visivo per una buona percentuale del tempo, per comunicare sicurezza e mostrare interesse per ciò che ti dice, evitando quindi di guardare verso il basso o intorno a te;
  • Guardare con uno sguardo intenso per comunicare passione;
  • (per gli uomini) evitare di fissarle il seno o guardarla come farebbe un maniaco sessuale;
  • (per le donne) rivolgi lo sguardo anche verso la sua bocca, le sue mani e il suo corpo per comunicargli che sei attratta da lui;
  • (per le donne) se ogni tanto dai un’occhiata al tuo corpo piloterai il suo sguardo dove vuoi tu  😉

Ricorda infine che il tuo sguardo, per risultare veramente potente, deve essere congruente con la tua personalità, con ciò che dici e con gli altri messaggi non verbali che invii.

Share Button
Manuali per Donne

manuale quando lui non chiamamanuale per addestrare l'uomo-canemanuale se non gli piaci abbastanzamanuale riconquista il tuo exmanuale SPORCHI TRUCCHI per legarlo a teminibannerancorsasingle 10 tipi di uomini da evitaremanuale per averlo ai tuoi piediminiannerPaureDonneminiBANNERcuorespezzato
Banner_sesso

Manuali per Uomini

minibanneropenersminiriconqleiminiBANNERcuorespezzato

Percorsi di seduzione


unicasoluzionedonne2unicasoluzioneuomo2 minibannerpercorsodonnemnibannerpercorsouomini

Prodotti Audio


BANNERaudio4