angolo

Un po’ di competizione tra donne, quando l’oggetto del contendere sei tu, facilita di molto il tuo successo con la ragazza che vuoi conquistare. Per spiegare meglio il concetto partiamo da un aneddoto capitato a un nostro lettore, Mario. Mario si trovava in un disco-pub con dei suoi amici quando ha avvistato una ragazza interessante, Elena, che ballava con le sue amiche. Subito, si è buttato in pista e ha iniziato a ballare vicino a lei comunicandole, attraverso gli sguardi e la vicinanza fisica, il suo interessamento. Elena, si era accorta chiaramente dei palesi segnali di interesse di Mario ma, per tutta risposta, ballava dandogli volutamente le spalle. Mario comunque non desisteva, anzi, mentre ballavano, aveva anche provato ad attaccar discorso con Elena, ma con scarsi risultati. Ad un certo punto però, un bel colpo di fortuna inaspettata per Mario: un’altra ragazza, probabilmente perché un po’ brilla, si avvicina a Mario e inizia a ballarci a stretto contatto e a sorridergli. A quel punto Elena, che con la coda dell’occhio aveva visto la scena, si gira immediatamente anche lei verso Mario e lo guarda fisso intensamente. Mario capisce quindi di avere qualche possibilità con Elena e dunque rivolge verso lei le sue attenzioni non dando spago all’altra ragazza (che in fondo non le piaceva così tanto…). Alla fine l’altra ragazza desistette e Mario ebbe la possibilità di conoscere Elena e passare una piacevole serata con lei che si dimostrò in realtà molto socievole e disponibile.

Cosa c’è da imparare da questa storia? Beh, diverse cose… Partiamo dall’analizzare la psicologia di Elena: quello che emerge è che è la classica ragazza single che è uscita con le amiche per divertirsi e a cui non dispiacerebbe fare conoscenza ma il posto in cui si trova impone di tenere le barriere molto alte per proteggersi dai ragazzi che, in un luogo del genere, possono risultare molto fastidiosi e più interessati a portare le ragazze a letto piuttosto che a fare veramente conoscenza. Al tempo stesso Elena aveva però anche notato e apprezzato la persistenza di Mario e nel momento in cui doveva fare i conti con una “rivale” e quindi rischiare di perdere quella opportunità di conoscere un ragazzo che le sembrava simpatico e interessato, ha cambiato completamente atteggiamento nei suoi confronti.

In sintesi, per un ragazzo non è facile “rimorchiare” una ragazza in un contesto del genere, ma Mario ha avuto successo principalmente per i seguenti motivi:

      1. Ha perseverato senza risultare troppo invadente;
      2. Ha avuto la fortuna che un’altra ragazza è entrata in competizione con il suo target;
      3. Ha mostrato al suo target che non voleva rimorchiare una ragazza qualsiasi ma era interessato a lei in particolare.

Dunque, questa storia dimostra innanzitutto il potere della competizione tra donne e malgrado il successo di Mario in questa specifica situazione sia legato a un evento fortuito, quanto accaduto può essere in un certo senso replicato, ovvero potrai creare tu volutamente delle situazioni di competizione tra più donne, al fine di spronare un po’ una ragazza che si mostra indecisa nei tuoi confronti. E se al momento non hai altre donne che ti vengono dietro, puoi sempre chiedere aiuto a una tua amica fidata che sia disposta a inscenare la parte! 😉

Share Button
Manuali per Donne

manuale quando lui non chiamamanuale per addestrare l'uomo-canemanuale se non gli piaci abbastanzamanuale riconquista il tuo exmanuale SPORCHI TRUCCHI per legarlo a teminibannerancorsasingle 10 tipi di uomini da evitaremanuale per averlo ai tuoi piediminiannerPaureDonneminiBANNERcuorespezzato
Banner_sesso

Manuali per Uomini

minibanneropenersminiriconqleiminiBANNERcuorespezzato

Percorsi di seduzione


unicasoluzionedonne2unicasoluzioneuomo2 minibannerpercorsodonnemnibannerpercorsouomini

Prodotti Audio


BANNERaudio4